≡ Menu

Sportello per le famiglie

In collaborazione con la Dott.ssa Mara Giani

Psicologa, Psicoterapeuta, Mediatrice Familiare, esperta in EMDR

 

CHI E’ LO PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA

Lo psicologo psicoterapeuta è laureato in psicologia (laurea magistrale) abilitato alla professione attraverso l’esame di Stato e, successivamente alla laurea, ha compiuto un percorso dispecializzazione quadriennale in psicoterapia.
E’ iscritto all’Ordine degli Psicologi (sezione A) della regione d’appartenenza con annotazione sull’Albo come psicoterapeuta.
Lo psicologo psicoterapeuta può svolgere tutte le attività dello psicologo e in più esercitare la psicoterapia.
Non è medico e quindi non prescrive farmaci.

COS’E’ LA PSICOTERAPIA E A COSA SERVE

La psicoterapia è basata sul rapporto emotivo e di fiducia tra cliente e psicoterapeuta. Si svolge attraverso la parola, il colloquio, la riflessione o mediante altre tecniche (secondo l’orientamento teorico dello psicoterapeuta) comunque proprie della psicologia.

E’ un percorso che ci conduce a recuperare il nostro benessere psicologico, eliminando il disturbo o il disagio che ci impedisce di vivere serenamente.
Si occupa dunque delle difficoltà psicologiche che compromettono il benessere personale e la qualità della vita della persona. Difficoltà che si esprimono attraverso diversi canali: sintomi psichici, comportamentali, psicosomatici che possono avere  differenti gradi di gravità.
La psicoterapia decodifica la nostra sofferenza e  fa leva sulle nostre risorse latenti atte a produrre il cambiamento verso un nuovo e più stabile equilibrio, in modo da risolvere le nostre difficoltà.
E’ dunque finalizzata a sbloccare la situazione di disagio  in cui ci troviamo  che rende difficoltosa la nostra quotidianità  e riportarci ad una possibile condizione di benessere.
Si distingue dalla psicanalisi (terapia del profondo)  in quanto terapia “mirata” sul disagio in atto  ed è quindi  una terapia di tipo breve.
Esistono diversi tipi di psicoterapia, secondo l’indirizzo teorico di riferimento del singolo psicoterapeuta. Ogni approccio psicoterapeutico e di per sé valido, dato che il fine di ogni psicoterapia è sempre il medesimo: il raggiungimento del benessere psicologico.
Particolarmente rilevante per la sua riuscita è l’alleanza terapeutica, quel clima di mutua fiducia che si instaura tra paziente e terapeuta che consente ad entrambi di lavorare per il conseguimento degli obiettivi terapeutici.

QUANDO E’ UTILE RIVOLGERSI ALLO PSICOLOGO

Nel corso della vita, di fronte a cambiamenti, scelte o eventi particolarmente stressanti, dolorosi e difficili da gestire, si può avvertire un disagio psicologico e/o relazionale che nel tempo può compromettere la qualità della vita limitando la serenità e il benessere psico-fisico.

Cambiamenti o tappe importanti della propria storia come interrompere una relazione, sposarsi, avere figli, cambiare lavoro, affrontare una malattia o un lutto, sono eventi spesso vissuti con sentimenti negativi e stati di disagio come tristezza, eccessiva stanchezza, rabbia, colpa, vergogna, pensieri ricorrenti. Il disagio può manifestarsi attraverso  l’ansia, la depressione, i disturbi alimentari, i disturbi psicosomatici, la difficoltà nel relazionarsi e comunicare con gli altri (nella coppia, nell’ambiente lavorativo, nelle relazioni amicali, in famiglia), ecc.
In questi momenti spesso non si vedono vie d’uscita, si svalutano le proprie risorse e capacità e si sperimentano sofferenza, paura, stress che possono influenzare negativamente la capacità di operare scelte e la possibilità di vivere in modo adeguato le relazioni interpersonali.
In queste e altre circostanze, poiché il malessere diventa difficilmente gestibile, per risolvere efficacemente le situazioni problematiche o interrogarsi sui motivi del proprio disagio è necessario l’aiuto di uno Psicologo.

Lo Psicologo accompagna la persona in difficoltà lungo un percorso che le consente di arrivare ad avere un’articolata visione della realtà, con nuovi mezzi interpretativi necessari, facilitando l’evoluzione e il cambiamento.

Per la persona, riuscire a vedere il problema con occhi diversi vuol dire già cambiare, poiché questo implica un diverso modo di rapportarsi alla situazione.
La relazione, da alleanza collaborativa in funzione di obiettivi comuni, se vista nella sua dimensione emotivo-affettiva, diventa essa stessa un potente strumento di cambiamento.

In terapia si cerca di coinvolgere e stimolare le persone a un livello sia emotivo sia cognitivo affinché possano ampliare la loro visione delle cose, che tende a essere fortemente forzata, limitata e rigida nel momento in cui si affrontano situazioni personali problematiche, dove l’oggettività e la flessibilità vengono a mancare.

Lo strumento primo dello psicologo per raggiungere questo obbiettivo sono, allora, le domande.
Porre domande attiva il processo di pensiero. E non sono importanti tanto le risposte, quanto il fatto che una persona ci pensi, che rifletta e studi modi altri di vedere il problema, cominciare a fare collegamenti tra i diversi eventi e persone, riconoscere le discrepanze esistenti.

Chiedere aiuto non è un segno di debolezza o di scarsa indipendenza, ma indica, anzi, la volontà di chiarire e raggiungere i propri obiettivi.
I percorsi psicologici non si rivolgono solo a persone che vivono una situazione di malessere o di disagio, ma possono essere intrapresi anche da persone che posseggono un buon livello di benessere globale, ma che si trovano temporaneamente nella condizione di beneficiare di un focus esterno ed obiettivo in relazione a scelte e momenti di vita complessi.

SPORTELLO di CONSULENZA PSICOLOGICA

Lo sportello di consulenza costituisce una possibilità concreta per prevenire un disagio o per scoprire come affrontare un problema psicologico. Il servizio offre consulenza e sostegno. La consulenza e il sostegno costituiscono una delle principali forme di aiuto in psicologia attraverso la quale lo psicologo offre la propria competenza alla persona che ne fa richiesta con due obiettivi specifici e sostanziali:

– definire, chiarire e ridimensionare adeguatamente una difficoltà attuale che potrebbe trasformarsi in un problema di maggiore portata nel futuro, ovvero intervenire tempestivamente nel presente per creare le possibilità di vivere meglio il futuro.
– riconoscere un problema e valutarlo attentamente negli aspetti specifici per decidere dell’opportunità di richiedere una specifica terapia psicologica, ovvero orientare la persona nel rivolgersi alle strutture sanitarie pubbliche (private qualora sia fatta espressa richiesta) esistenti sul territorio.

Ci si può rivolgere allo sportello per disagi di vario genere o indicazioni e suggerimenti per affrontare problemi o novità: disagi legati all’ansia e a fobie specifiche, difficoltà relazionali e familiari, disordini alimentari, depressione, problemi con bambini e adolescenti, e in tutte le situazioni in cui le persone abbiano il desiderio di migliorare la qualità della propria vita.

SPORTELLO PER I GENITORI

Il progetto nasce dalla consapevolezza della difficoltà e della fatica che possono incontrare le famiglia e quindi poter essere di supporto al non facile compito di essere genitori.

E’ un occasione d’incontro rivolto alle famiglie e in particolar modo alle mamme e ai papà di bambini di età compresa fra i 0 e i 12 anni per riflettere e confrontarsi sulle esperienze quotidiane con i propri figli.

Crescere ed educare un bambino é un esperienza appassionante ma di grande impegno e responsabilità, che si traduce nell’ascoltare, osservare, capire e non solo guidare o dare delle regole.

E’ uno spazio di consulenza psicologica breve volto a favorire lo sviluppo di una buona relazione fra genitori, il loro bambino e le figure educative.

Questo spazio si pone come l’obiettivo di aiutare ad affrontare le difficoltà che si possono incontrare nel crescere il proprio bambino e sviluppare la capacità di cogliere situazioni di disagio al loro insorgere.

Lo sportello sarà operativo una volta al mese. Ogni colloquio durerà mezz’ora al costo di 30 euro.

Per informazioni e appuntamenti rivolgersi ad Atelier del Sale

il granchio